Curiosamente festeggia …

… la seconda tappa di Out…sider art

14 Dicembre 2013 – Biblioteca Laudense, Lodi

 Lodi:Serata di Solidarietà in Musica a cura  della san Vincenzo, Curiosamente e della Fondazione Sissi  di Codogno i quadri esposti degli ospiti del disagio psichico

     Curiosamente opera nell’ambito della salute mentale con l’obiettivo di

  • garantire e difendere il diritto ad una migliore qualità della vita
  • combattere l’emarginazione e lo stigma
  • promuovere informazione e conoscenza nella comunità affinchè partecipi alla ‘rete di collaborazioni e competenze’ necessarie ad accogliere le persone con problemi di salute mentale

 

La ricerca di una collaborazione con le risorse attive sul territorio, a partire da quelle dei Servizi di Salute Mentale, è il principale strumento di realizzazione dei progetti di Curiosamente che crede fortemente nel fatto che solo attivando la sinergia di competenze e abilità proprie di ognuno si possa esprimere la forza necessaria a realizzare obiettivi ambiziosi come quelli della restituzione del diritto alla salute ed alla dignità spesso non pienamente riconosciuto alle persone con problemi con salute mentale.

 

A due anni dalla sua costituzione  Curiosamente conta su 27 soci, una decina dei quali ‘volontari attivi’ alla cui tenacia e capacità di speranza dobbiamo la conquista di questa seconda importantissima tappa, dopo quella di Csalpusterlengo presso la Biblioteca Carlo Cattaneo, che celebriamo attraverso la ‘Mostra Irregolare’: collettiva di autori non convenzionali ispirata alla corrente dell’Outsider art.

 

Out…sider art è anche il nome del primo progetto promosso da Curiosamente grazie alla partecipazione dei Dipartimenti di Salute Mentale di Lodi e Piacenza, alla collaborazione dell’arte terapeuta Dr.ssa Veronica Cavalloni ed al generoso sostegno di Banca Cariparma con l’obiettivo di  dare a un gruppo di persone  con attitudini artistiche  la possibilità  di valorizzare le proprie doti sviluppando competenze da spendere anche sul piano lavorativo.

Il progetto ha preso avvio con il laboratorio di arte libera Irregolare e l’attivazione della rete di risorse e competenze con  cui Curiosamente intende offrire alle persone con problemi di salute mentale, la possibilità di sviluppare una maggiore consapevolezza delle abilità possedute e della possibilità di costruirsi un’identità attraverso la realizzazione di opere socialmente utili. 

 

 

 

 

Lascia un commento

Passa al sito per mobile

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: