Caleidoscopio fest 2020 – 8/10 ottobre

Dall’8 al 10 ottobre 2020

 

   Si dice <<dare la vita>> …. <<dare alla luce>> …. a testimonianza dell’impegno e del significato legati al momento in cui la madre e il figlio, colei che lo ha custodito per nove mesi dentro di sé e il figlio che in quell’ambiente protetto è cresciuto nutrendosi attraverso la madre, si separano.   La madre dando alla vita il figlio, che uscendo alla luce la riceve.

   Al giorno d’oggi, mettere al mondo un figlio è un atto di coraggio e insieme di speranza.    Coraggiosa è la decisione di un’azione che produrrà i suoi effetti lungo un periodo sufficientemente lungo da non poterne prevedere gli esiti.     Coraggioso è il desiderio di avere un figlio non sapendo come andrà a finire.    Fortemente sperando che possa vivere la migliore delle vite ed intorno a questa speranza costruendo un progetto di vita.

   Ognuno di noi spera.  Sperano anche quelli che affermano il contrario, negandosi il permesso di pensarlo.   Penso che ciò che permette ad alcuni di non aver paura di sperare apertamente, o meglio, di sperare apertamente nonostante la paura, è il coraggio.   

   Non il coraggio scriteriato e incosciente.   Il coraggio di cui vogliamo parlare è quello necessario a sentirsi e a vivere da uomini liberi, guardando il viaggio della vita come un’occasione unica e da non sprecare.   Un viaggio che si alimenta dei nostri sogni e delle nostre speranze e che ha nel coraggio uno strumento la cui risorsa principale è la libertà, che appartiene ad ogni uomo, di decidere di agire intenzionalmente.

   Per non lasciarsi sopraffare dagli eventi; per sostenere, se serve, le proprie idee anche andando controcorrente; per vivere da protagonisti, in modo coerente, assumendosi la responsabilità delle conseguenze delle proprie azioni, senza lasciarsi trascinare, sempre interrogandosi sulla direzione di marcia.

   Libertà di decidere che affonda le proprie radici nella volontà di trovare risposta a queste semplici domande: da dove veniamo, dove ci troviamo, dove siamo diretti.

   Al tema del coraggio e della speranza dedichiamo la settima edizione di Caleidoscopio fest, i colori della mente perché pensiamo sia centrale rispetto alle esistenze di chi vive da vicino se non in prima persona, la condizione del disagio psichico.  E che lo sia ancor più oggi, tempo in cui l’emergenza sanitaria causata dal Corona Virus ha amplificato gli effetti dell’isolamento quando opprime al punto di offuscare la percezione di esserci.

 

Scarica il programma

 

                                                                                                       Anna Garbelli

                                                                                    Presidente Curiosamente APS

25/09/2020 | Commenti Chiusi

Commenti chiusi.

Passa al sito per mobile

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: